FAQ Webme


FAQ Hosting

FAQ knowledge hosting

Come default nei server WebMe gli error finiscono solo nel log per evitare fughe di dati

Però puoi mostrare nel browser gli errori con la funzione ini_set() nei files php

es metti all'inizio:

ini_set('display_errors',1);

error_reporting(2039); // errors & warnings only

Se hai un VPS/Server dedicato puoi impostare nel file php.ini:
display_errors = On

I certificati SSL richiesti dal Pannello Hosting non hanno bisogno della conferma via email.

Per i certificati SSL acquistati a parte invece l'indirizzo email a cui arriva la richiesta di certificato può essere solo una tra le seguenti:

  • admin@
  • administrator@
  • hostmaster@
  • postmaster@
  • webmaster@

nota: un wildcard *.domain.com e' valido solo per i terzi livello di domain.com e domain.com ma non per i quarti livelli (es. ww4.sub.domain.com)

Per utilizzare un hosting WebMe mantenendo però la registrazione del dominio presso un altro Registrar, allora in base alle tipologie di hosting dovrai configurare i record DNS del dominio nel seguente modo:

 

  • Se il sito sarà sviluppato con il cms WM Site-Builder devi modificare i record dns in questo modo:

domino.com A 109.168.97.34
www.dominio.com CNAME cdn.webme.it.

  • Se invece il sito è un hosting Wordpress allora inserisci i valori indicati nella sezione DNS del Pannello Hosting Webme

 

  • Se il sito e la posta dovranno essere gestiti su server di WebMe allora è fortemente consigliato usare i nostri Nameserver:

ns1.webme.it
ns2.webme.it
 

http://stackoverflow.com/questions/3255993/how-do-i-remove-%C3%AF-from-the-beginning-of-a-file

http://www.w3.org/International/questions/qa-byte-order-mark.en.php#detect

creare .htaccess con:

order allow,deny
deny from 92.222.164.0/24
allow from all

Abbiamo un doppio sistema di cache che tiene in ram tutti i contenuti e pagine e le eroga sempre dalla ram, aggiornando poi in background i contenuti scaduti da piu' di tot minuti.
In tal modo i contenuti sono praticamente sempre freschi ed erogati sempre dalla ram a tutti, quindi velocissimi.
In specifico Per Wordpress gli utenti loggati (sia frontend che backend) invece hanno la cache solo di /wp-content/, mentre le pagine sono sempre erogate dal php.
Possiamo configurare tempi di cache ad hoc , differenziati anche per sottocartelle o path di url,

Come funziona la nostra infrastruttura di cache:

oltre al primo livello di proxy (con cache es: 1 minuto), dietro vi e' un'altra serie di proxy che tiene in cache tutti i contenuti e pagine e le eroga sempre dalla ram, aggiornando poi in background i contenuti scaduti.

in tal modo i contenuti sono sempre freschi ma erogati dalla ram e quindi velocissimi

gli utenti loggati in wordpress invece hanno la cache solo di /wp-content/ mentre le pagine sono sempre erogate dal sito php finale, cosi' se dovete testare le modifiche che fate da backend le vedete subito.

Entrambi i livelli di proxy possiamo impostarli con tempi di cache ad hoc in base alle vostre esigenze, cosi' in caso di contenuti o url che richiedono tempi di aggiornamento frequenti (es: News) non ci sono troppi ritardi nella propagazione del contenuto aggiornato.

SPAM ALERT e' un meccanismo antispam sviluppato da WebME stessa che consente di ricevere per le singole caselle email degli avvisi con la lista delle email trattenute come spam: per tutte le email contrassegnate come SPAM e con punteggio di spam superiore al valore del parametro SPAM BLOCK Level riceverete ogni 3 ore (orario modificabile a piacimento) una email di riepilogo email trattenute che elenca mittente, soggetto, data e ora, e che consentira' di "sbloccare" le eventuali email trattenute erroneamente e riceverle subito nella casella di posta.

Il vantaggio di ricevere un riepilogo con frequenza impostabile a piacere e' quello di non essere disturbati continuamente dalle email indicate come "spam", ma di essere al tempo stesso sicuri di non perdere email importanti semplicemente leggendo il breve riepilogo delle email bloccate.

La frequenza di invio delle email riepilogo puo' essere specificata in maniera diversa per ogni singola casella email, ed espressa in minuti o ore.

Per sbloccare una email trattenuta sara' sufficiente cliccare il link indicato nel riepilogo: la mail verra' recapitata dopo pochi secondi nella vostra casella email.

Apache

.htaccess — non-www to www

RewriteEngine On
RewriteCond % !^www. [NC]
RewriteRule ^(.*)$ http://www.%/ [R=301,L]

 

.htaccess — www to non-www

RewriteEngine On

RewriteCond %{HTTP_HOST} ^www\\. [NC]
RewriteCond %{HTTP_HOST} ^(?:www\\.)?(.+)$ [NC]
RewriteRule ^ http://%1%{REQUEST_URI} [L,NE,R=301]

 

FileZilla non contiene una lista di Authority dei Certificati attendibili, quindi bisogna dare conferma se si utilizza ftp in modalità SSL. Consigliamo di accettare permanentemente il certificato

FileZilla Errors: "The server's certificate is unknown" & ECONNREFUSED

You might receive the following error when trying to connect to your cPanel shared hosting account with FileZilla (image):

The server's certificate is unknown. Please carefully examine the certificate to make sure the server can be trusted.

 

Soluzioni possibili

  1. accettare il certificato
  2. disabilitare TLS in FileZilla's Site Manager: mettere Encryption > Use plain FTP

per ogni sito e' possibile creare N archivi, e per ciascuno si puo' indicare se inserire i database collegati, se impostare una frequenza di archiviazione, e il numero di snaphost vecchi da tenere.

lo zip fornito conterra' quindi eventuali db e la cartella /website completa

db1.zip
db2.zip
website/

ed e' possibile scaricarlo direttamente dal pannello hosting

come funziona in breve: nel pannello si definiscono gli archivi, poi ogni tot ogni vz httpd vede che archivio deve fare e fa un rsync verso la vz archivio. nella vz archivio ogni tot c'e' un altro script bash che verifica quale "snapshot" deve creare e crea lo zip + dump dei database collegati.

il sistema funziona tutto sincronizzato come il resto del pannello hosting, ed e' gia' sviluppato per avere N server di archiviazione (italia, germania, etc..) e tutte le casistiche possibili di complessita'.

il next step e' il restore automatico da uno snapshot... che conto di fare entro meta' settembre

Vi descrivo concretamente come faremo la migrazione della vostra posta senza interruzioni e senza rischio che qualche email rimanga non letta sul vecchio server:

  1.  avremo bisogno dell'elenco completo delle caselle email con i loro dati di accesso IMAP (login e password)
  2. Noi creemo tutte le caselle nei nostri server e iniziamo a sincronizzare tutte le mail
  3. Dopo che il primo sync sara' completo, decidiamo assieme quando fare lo spostamento dei dns/trasferimento dominio
  4. Nei giorni durante lo spostamento manteniamo attiva la sincronizzazione, cosi' le mail che per qualche giorno potrebbero arriverare ancora al vecchio server (per colpa dei tempi di cache dei dns etc) verranno automaticamente portate sul nuovo server e l'utente le vedra' normalmente nella sua casella.
  5. poche ore dopo il cambio dns/trasferimento dominio , impostiamo il sync in modalità "sposta", così non si rischia di avere email doppie e sul vecchio server non rimarranno copie.

 

yum install p7zip

7za x file.zip

Changing_the_URL_directly_in_the_database

Plugin consigliato:  "Automatic Domain Changer" by NuageLab

 

https://it.wordpress.org/plugins/automatic-domain-changer/#developers

oppure

https://wordpress.org/plugins/all-in-one-wp-migration/

 

Search & Replace + domain change:

https://wordpress.org/plugins/search-and-replace/

 

 

Prestashop: in config/settings.inc.php inserire la riga:

$_SERVER['HTTPS'] = 'on';

E poi aggiornare la url nel database in tabella ps_shop_url eventualmente

 

Wordpress: in wp-config.php inserire le righe:

$_SERVER['HTTPS']='on';

$_SERVER['REQUEST_SCHEME']="https";

E poi aggiornare la url nel database in tabella wp_options > siteurl

Modificare il record TXT --spf1-- con ad es:

"v=spf1 mx include:webme.it include:_spf.google.com ~all"

"v=spf1 mx include:webme.it include:musvc.com ~all"

cat COMODORSADomainValidationSecureServerCA.crt COMODORSAAddTrustCA.crt AddTrustExternalCARoot.crt >> bundle.crt

Per evitare attacchi DDOS che sfruttano il servizio RPCbind disattivare così il servizio:

CentOS/RedHat:

systemctl stop rpcbind.service 
systemctl stop rpcbind.socket 

Debian/Ubuntu:

systemctl disable rpcbind.service 
systemctl disable rpcbind.socket 
 
 

1) Generare una coppia utente/password:

 htpasswd -b -c .htpasswd mylogin mypassword

2) inserire nel file .htaccess queste righe, specificando il percorso completo corretto per il tuo sito

AuthUserFile /srv/www/vhosts/customer/www.domain.com/website/.htpasswd
<Files "wp-admin/admin-ajax.php">
        Satisfy any
        Order allow,deny
        Allow from all
</Files>
<Files "wp-admin/css/install.css">
        Satisfy any
        Order allow,deny
        Allow from all
</Files>
<Files "wp-login.php">
AuthType Basic
AuthName "WebMe Protection"
require valid-user
</Files>
<Files "wp-admin/">
AuthType Basic
AuthName "WebMe Protection"
require valid-user
</Files>

(Nota: puoi conoscere il percorso completo del tuo sito web andando nel Pannello Hosting  > Httpd Website > Elenco Password e copiare la variabile Physical Path )

 

Per autorizzare Mailchimp a inviare newsletter con il tuo dominio come mittente devi eseguire queste 2 operazioni

1) Crea Nuovo Record DNS:

- scegli il dominio e record type CNAME
- come Host inserisci k1._domainkey
- come Value inserisci dkim.mcsv.net.  (fai attenzione a mettere il punto alla fine, e' necessario)

2) Modifica il record esistente ". TXT --spf1--"  cambiando il suo value, invece che --spf1-- deve diventare cosi':

- Value: "v=spf1 include:webme.it include:servers.mcsv.net mx ~all"   
attenzione: le virgolette sono necessarie

Attendere poi 15 minuti per la propagazione delle modifiche nei server DNS

 

FAQ Mail

Come impostare i filtri per posta

Le ricordo che bisogna anche considerare la cartella Posta inviata, inoltre bisogna eliminare definitivamente i messaggi cancellati se usa il webmail può seguire questi passaggi:

 

Se usa Horde deve cliccare in alto a destra "purge deleted/cancella eliminati" al fine di eliminare definitivamente le mail cancellate (che potrebbero essere elencate barrate oppure invisibili, dipende da come e' stato configurato Horde nelle opzioni personali)

Se usa RoundCube deve entare nel Cestino, e cliccare in basso a destra sull'icona "Operazioni cartella" e scegliere "Svuota"

Se ha ancora bisogno di aiuto non esiti a rispondere e controllo direttamente nella sua casella se ci sono email segnate come eliminate che si possono svuotare,

FAQ Video

Piattaforma video

Supporto

Come possiamo aiutarti ?
Siamo a tua diposizione, contattaci e chiedici una soluzione per le tue necessità

Supporto